The Quentin Tarantino Archives logo

"Fanculo le parti! Dobbiamo stare uniti!" - Sulla divisione di Kill Bill


#1

Volevo chiedervi un parere sulla suddivisione di Kill Bill in due volumi.

Vi è piaciuta questa soluzione o avreste preferito un unico film da quasi quattro ore?



Personalmente ho adorato i due volumi così come sono usciti, per una serie di motivi.

Innanzitutto perché se fossero stati accorpati non soltanto mi sarei perso l’introduzione-riassunto-trailer del vol. 2, con Uma che parla al pubblico come nei vecchi telefilm da “ricordate cos’era successo alla fine dell’ultima puntata?�, ma soprattutto non avrei avuto la possibilitàdi godere del finale del vol. 1, che considero uno dei più emozionanti che abbia mai visto (alla pari con quello di Unbreakable), sia per ciò che vi accade che per come è girato.

C’è veramente tutto il senso di sorpresa, attesa e partecipazione che il cinema dovrebbe regalare. Quella indescrivibile sensazione di “Ne voglio ancora!�, mista alla consapevolezza di dover aspettare 6 mesi per vedere esaudito il proprio desiderio.

La voce di Bill, che non vediamo mai in faccia.

Gli spezzoni anticipatori tratti dal vol. 2, con un Budd amarissimo che lascia presagire il destino al quale tutti i personaggi andranno incontro.

E poi la frase finale di Bill, quel “Lei sa che sua figlia è viva?â€? che fa sobbalzare nella poltrona del cinema, mentre la musica commovente di “The Lonely Shepherdâ€? comincia a salire e lo schermo diventa nero, e l’unico commento possibile è un “Noooooooooooooooooooooooo…â€?.

Mai avuto brividi così, davanti allo schermo di un cinema.



Al di làdi questo aspetto, non si può non considerare il tono profondamente diverso dei due volumi, così diverso che probabilmente se avessimo visto Kill Bill in una soluzione unico avremmo detto subito che sembravano praticamente due film in uno!

E non si può neanche dire che il montaggio (magari con qualche altra intersezione temporale) avrebbe reso il film più omogeneo, perché, se avete letto la sceneggiatura originale, vi sarete accorti che sin dall’origine l’ordine con cui avremmo dovuto assistere ai fatti è identico a quello adottato nel cut finale.

La resa dei conti alla Casa delle Foglie Blue e lo scontro con O-Ren, tanto per dire, li avremmo visti a metàfilm, perdendo la potenza ed il senso di climax che si prova guardandoli alla fine del volume 1…



In definitiva, penso sia stata la scelta migliore (benché meno improvvisata ed obbligata di quanto ci vogliano far credere).

Ciò non toglie che muoio dalla curiositàdi vedere la versione integrale e rimontata, se solo il buon Quentin si deciderà, nel giro dei prossimi dieci anni, a realizzarla…


#2

sono daccordo con te al 100%.

se il film non fosse uscito in due volumi, cmq di certo non sarebbe durato 4 ore…

la produzione avrebbe, cioè imposto dei tagli…

in un’intervista Michael Madsen diceva che molto probabilmente i tagli avrebbero riguardato le scene con Budd (nooooo!).

la divisione in due parti è stata una trovata originale e geniale!

l’unico dispiacere sta nel fatto che con questa divisione in 2 volumi, Uma non si è potuta portare a casa l’Oscar…

l’avrebbe davvero meritato… :frowning:


#3

[quote=“Lonely Shepherd”]
Volevo chiedervi un parere sulla suddivisione di Kill Bill in due volumi.

Vi è piaciuta questa soluzione o avreste preferito un unico film da quasi quattro ore?



Personalmente ho adorato i due volumi così come sono usciti, per una serie di motivi.

Innanzitutto perché se fossero stati accorpati non soltanto mi sarei perso l’introduzione-riassunto-trailer del vol. 2, con Uma che parla al pubblico come nei vecchi telefilm da “ricordate cos’era successo alla fine dell’ultima puntata?�, ma soprattutto non avrei avuto la possibilitàdi godere del finale del vol. 1, che considero uno dei più emozionanti che abbia mai visto (alla pari con quello di Unbreakable), sia per ciò che vi accade che per come è girato.

C’è veramente tutto il senso di sorpresa, attesa e partecipazione che il cinema dovrebbe regalare. Quella indescrivibile sensazione di “Ne voglio ancora!�, mista alla consapevolezza di dover aspettare 6 mesi per vedere esaudito il proprio desiderio.

La voce di Bill, che non vediamo mai in faccia.

Gli spezzoni anticipatori tratti dal vol. 2, con un Budd amarissimo che lascia presagire il destino al quale tutti i personaggi andranno incontro.

E poi la frase finale di Bill, quel “Lei sa che sua figlia è viva?â€? che fa sobbalzare nella poltrona del cinema, mentre la musica commovente di “The Lonely Shepherdâ€? comincia a salire e lo schermo diventa nero, e l’unico commento possibile è un “Noooooooooooooooooooooooo…â€?.

Mai avuto brividi così, davanti allo schermo di un cinema.



Al di làdi questo aspetto, non si può non considerare il tono profondamente diverso dei due volumi, così diverso che probabilmente se avessimo visto Kill Bill in una soluzione unico avremmo detto subito che sembravano praticamente due film in uno!

E non si può neanche dire che il montaggio (magari con qualche altra intersezione temporale) avrebbe reso il film più omogeneo, perché, se avete letto la sceneggiatura originale, vi sarete accorti che sin dall’origine l’ordine con cui avremmo dovuto assistere ai fatti è identico a quello adottato nel cut finale.

La resa dei conti alla Casa delle Foglie Blue e lo scontro con O-Ren, tanto per dire, li avremmo visti a metàfilm, perdendo la potenza ed il senso di climax che si prova guardandoli alla fine del volume 1…



In definitiva, penso sia stata la scelta migliore (benché meno improvvisata ed obbligata di quanto ci vogliano far credere).

Ciò non toglie che muoio dalla curiositàdi vedere la versione integrale e rimontata, se solo il buon Quentin si deciderà, nel giro dei prossimi dieci anni, a realizzarla…

[/quote]
Pienamente d’accordo.A me è piaciuto così. :wink:

Mai provato tantissima emozione per un film,ma kill bill mi ha fulminato.

Per quanto riguarda la versone integrale io so che usciràad agosto negli USA.


#4

forse divideràin due parti anche Inglorious bastards…

l’ho sentito dire…


#5

[quote=“Silvia-BlackMamba”]
sono daccordo con te al 100%.

se il film non fosse uscito in due volumi, cmq di certo non sarebbe durato 4 ore…

la produzione avrebbe, cioè imposto dei tagli…

in un’intervista Michael Madsen diceva che molto probabilmente i tagli avrebbero riguardato le scene con Budd (nooooo!).

la divisione in due parti è stata una trovata originale e geniale!

l’unico dispiacere sta nel fatto che con questa divisione in 2 volumi, Uma non si è potuta portare a casa l’Oscar…

l’avrebbe davvero meritato… :frowning:
[/quote]
Putroppo dobbiamo rassegnarci,Tarantino verràsempre snobbato dagli oscar. :’(

Loro non capiscono un tubo di film.

Uma doveva vincere,un interpretazione del genere e davvero un opera d’arte.


#6

[quote=“Silvia-BlackMamba”]
forse divideràin due parti anche Inglorious bastards…

l’ho sentito dire…
[/quote]
Io sapevo in tre parti. ???


#7

addirittura??

:o

l’unica cosa che mi da fastidio è dover aspettare tanto per vedere il film completo…

se ci fanno aspettare 6 mesi per ogni volume di I. bastards…lo vedremo tutto dopo più di un anno!!



però che indigestione di Madsen…

:smiley:


#8

[quote=“Silvia-BlackMamba”]
addirittura??

:o

l’unica cosa che mi da fastidio è dover aspettare tanto per vedere il film completo…

se ci fanno aspettare 6 mesi per ogni volume di I. bastards…lo vedremo tutto dopo più di un anno!!



però che indigestione di Madsen…

:smiley:
[/quote]
L’importante che si sbriga Tarantino,non posso aspettare.


#9

[quote]Uma doveva vincere,un interpretazione del genere e davvero un opera d’arte.
[/quote]

non solo per l’interpretazione, ma anche per l’impegno fisico e i risultati che ha ottenuto…

hanno usato pochissime volte la controfigura…ha fatto quasi tutto lei…

è incredibile!!!

GRANDE UMA!!



p.s. aveva partorito da 3 mesi quando hanno iniziato le roprese di K.B. :o


#10

[quote=“Silvia-BlackMamba”]
non solo per l’interpretazione, ma anche per l’impegno fisico e i risultati che ha ottenuto…

hanno usato pochissime volte la controfigura…ha fatto quasi tutto lei…

è incredibile!!!

GRANDE UMA!!



p.s. aveva partorito da 3 mesi quando hanno iniziato le roprese di K.B. :o
[/quote]
Al suo posto ha vinto.

Oscar 2004 Kill Bill volume 1



Charlize Theron



Oscar 2005 Kill Bill volume 2



Hilary Swank





Le ho seguite tutte in diretta le nomination,e neanche una candidatura. :frowning:



Sarebbe bello se gli oscar votassero il pubblico di tutto il mondo.

Sarei curioso chi vince.



Titanic 11 oscar??? Ma siete pazzi


#11

[quote=“Silvia-BlackMamba”]
non solo per l’interpretazione, ma anche per l’impegno fisico e i risultati che ha ottenuto…

hanno usato pochissime volte la controfigura…ha fatto quasi tutto lei…

è incredibile!!!

GRANDE UMA!!



p.s. aveva partorito da 3 mesi quando hanno iniziato le roprese di K.B. :o
[/quote] vero!!


#12

[quote=“Pulp Tarantino”]
Al suo posto ha vinto.

Oscar 2004  Kill Bill volume 1



Charlize Theron              ÂÂ



Oscar 2005  Kill Bill volume 2



Hilary Swank



Le ho seguite tutte in diretta le nomination,e neanche una candidatura. :frowning:



Sarebbe bello se gli oscar votassero il pubblico di tutto il mondo.

Sarei curioso chi vince.



Titanic 11 oscar???   Ma siete pazzi

[/quote]


L'Oscar del 2004 era di UMA THURMAN.....niente da ridire. Charlize Theron???? Ma per favore!!!

Il ruolo della Sposa in KILL BILL è forse il ruolo più difficile nella storia del cinema, e UMA ha cominciato da zero, sia per quanto riguarda l'uso di armi (spade) sia per quanto riguarda accenni alla lotta.

SOLO I GRANDI REGISTI sanno fare i film d'azione, ed è UNO SCANDALO che almeno un volume di Kill Bill non sia stato premiato.


Scusatemi, ma mi lascio trasportare.....!!! ;D

#13

aaaaaFFaFFino! ;D ;D ;D


#14

Anch’io trovo che la divisione in due volumi di Kill Bill sia provvidenziale.

I due film sono oltretutto abbastanza diversi…nel primo la fa da padrone la classica atmosfera dei film di arti marziali, e dunque gli ambienti sono quelli tipici della Cina e del Giappone…

Nel secondo prevale invece l’ambientazione Western…che oserei definire più moderna e meno leggendaria…ci si sposta in America…e si abbandona L’Asia… ::slight_smile:



E comunque…Uma è la vincitrice morale dell’oscar 2004, la sua interpretazione è spettacolare! :laugh:


#15

[quote=“Beatrix_86”]




E comunque…Uma è la vincitrice morale dell’oscar 2004, la sua interpretazione è spettacolare! :laugh:
[/quote]
Gli oscar come dico sempre io, sono una presa per il culo(scusate la frase)


#16

[quote=“Lonely Shepherd”]
non avrei avuto la possibilitàdi godere del finale del vol. 1, che considero uno dei più emozionanti che abbia mai visto (alla pari con quello di Unbreakable), sia per ciò che vi accade che per come è girato.

C’è veramente tutto il senso di sorpresa, attesa e partecipazione che il cinema dovrebbe regalare. Quella indescrivibile sensazione di “Ne voglio ancora!�, mista alla consapevolezza di dover aspettare 6 mesi per vedere esaudito il proprio desiderio.

La voce di Bill, che non vediamo mai in faccia.

Gli spezzoni anticipatori tratti dal vol. 2, con un Budd amarissimo che lascia presagire il destino al quale tutti i personaggi andranno incontro.

E poi la frase finale di Bill, quel “Lei sa che sua figlia è viva?â€? che fa sobbalzare nella poltrona del cinema, mentre la musica commovente di “The Lonely Shepherdâ€? comincia a salire e lo schermo diventa nero, e l’unico commento possibile è un “Noooooooooooooooooooooooo…â€?.

Mai avuto brividi così, davanti allo schermo di un cinema.
[/quote]
Sono pienamente d’accordo con te. Il finale del volume 1 mi fa venire i brividi anche alla centesima volta che lo riguardo grazie all’incredibile colpo di scena e soprattutto grazie alla musica di sottofondo. Memorabile


#17

[quote=“Vincent Vega”]
Sono pienamente d’accordo con te. Il finale del volume 1 mi fa venire i brividi anche alla centesima volta che lo riguardo grazie all’incredibile colpo di scena e soprattutto grazie alla musica di sottofondo. Memorabile
[/quote]

Amen! :wink:

Recentemente ho avuto una sensazione simile solo davanti al finale della prima stagione del telefilm LOST.

I bei vecchi cliffhanger di una volta, quelli da “Riusciranno i nostri eroi…”, quelli che ti fanno sembrare un’eternitài mesi d’attesa che mancano prima di poter scoprire come andràa finire.

:o :o :o


#18

Il premio a Charlize Theron è la più grossa boiata della storia degli Oscar. >:( >:( >:(


#19

secondo me è stato giusto dividere il film in 2 l’unica pecca è che uma nn ha ricevuto l’oscar (poverina)