The Quentin Tarantino Archives logo

Commenti


#1

Postate qui i vostri commenti sul film :wink:


#2

Mi sono dimenticato di chiedervi se anche a voi il film è stato interrotto dopo la parte in bianco e nero…noi in sala non abbiamo capito se era il fine primo tempo o era voluto da tarantino, l’interruzione è durata circa 3-4 min.


#3

No, era l’intervallo.

Anche nel mio cinema l’hanno fatto in quel momento.


#4

Per la cronaca l’ “odiato multisala” ™ in centro a Milano ha interrotto il film nel fotogramma che introduce il bianco e nero con un certo imbarazzo a capire il senso dell’interruzione proprio in quel momento ma preservando il bel passaggio dal bianco e nero al colore alla fine della sequenza. Nel secondo cinema in cui ho visto DP invece l’interruzione è avvenuta nel fotogramma dal bianco e nero al colore.


#5

Per rimpolpare il topic segnalo questo link ad una recensione di Anna Faclhi (!!!) su Grindhouse.

Certa gente farebbe meglio a tacere, non credete…soprattutto sedicenti attrici come la Falchi (sul cui valore attoriale avrei da ridire…) che si improvvisano critici cinematografici scrivendo in un italiano a dir poco stentato…



voi che ne pensate?





<LINK_TEXT text=“http://spettacoli.tiscali.it/articoli/0 … house.html”>http://spettacoli.tiscali.it/articoli/07/anna_falchi/06/grindhouse.html</LINK_TEXT>


#6

[quote]Scusate se i miei toni sono troppo accesi ma forse è perché Tarantino proprio in questi ultimi giorni ha parlato molto male del recente cinema italiano in un intervista della quale cito testualmente le parole del regista: “I nuovi film italiani sono deprimenti. Le pellicole che ho visto negli ultimi tre anni sembrano tutte uguali, non fanno che parlare di: ragazzo che cresce, ragazza che cresce, coppia in crisi, genitori, vacanze per minorati mentali. Che cosa è successo? Ho amato così tanto il cinema italiano degli Anni 60 e 70 e alcuni film degli Anni 80, e ora sento che è tutto finito. Una vera tragedia”. E va bene, il mondo è bello perché è vario e ognuno la pensa come vuole ma se Grindhouse deve essere preso come punto di riferimento per noi italiani, incapaci di produrre film interessanti, allora mi viene proprio da ridere.[/quote]



Questa "attrice" ha lavorato in capolavori come S.P.Q.R. e Anni 90, chi puo' dargli torto?

#7

La signora Falchi, proprio come migliaia di altre persone non ha capito un beneamato…accidente di niente.

Ogni volta che esce un film di QT, il commento è: “Ma non è Pulp Fiction!” “Ma non è Kill BIll!..”.

Death Proof non è il nuovo capolavoro di Tarantino, Death Proof è quello che è rimasto di Grindhouse, un film che è stato snobbato e smerdato (ingiustamente) anche in patria.

A noi è piaciuto perchè sappiamo tutto quello che c’è dietro e quello che questo episodio rappresentava all’interno del progetto Grindhouse.

Il film non è un capolavoro, non è perfetto ma VA CAPITO.

I dialoghi sono troppo lunghi? (ma va? certo, il film è stato annacquato per la versione europea).

Non c’è trama? (E’ un film exploitation! Che razza di trama pretendete? Ci volevate dentro una storia d’amore o un intrgigo internazionale?).

La gente che parla, queste cose le sa?



La cosa che mi fa più incazzare è quell’atteggiamento da super esperti che hanno alcune persone quando ci prendono per dei poveri idioti pronti a sbavare per qualsiasi schifezza sfornata da Tarantino, anche per un film “brutto” ( :-</E> ) come Death Proof.

Io sono la prima a dire che questo film è imperfetto e che è obbiettivamente inferiore agli altri, ma questo non significa che sia un film che merita questo genere di critiche da opinionisti improvvisati.


#8

hahaahhaah



questa qui di Death Proof, così come di tutti i film del Taranta, non c’ha capito un tubo.



mi spiace per lei…ma io me la rido hihihih


#9

Ha criticato i particolari più belli del film… ;D Non capisce niente. La pellicola anni '70 era favolosa :-*

Cmq…Da me non ci sono state interruzioni ???


#10

Ho fatto un piccolo confronto con i dialoghi del passato…e secondo me Q essendo maschio è piu bravo a far parlare i suoi personaggi maschili. ;D ;D ;D



Sono mitici i dialoghi in macchina di RD riguardo l’uccello attaccato con l’attack, oppure i buchi sacri di PF, Ordell che fa “l’esperto” di armi con Luis…insomma, un linguaggio d’alto livello ;D ;D ;D…



In DP mi sembra che si perda più tempo con giochi di parole che alla storia che viene raccontata…chi se ne frega che Arlene si è baciata per venti minuti sul divano con un tipo la sera prima e non hanno “fatto il fatto” oppure che Zoe è caduta da un crepaccio e non se fatta nulla…secondo me sono inferiori, troppo normali per essere scritti da Q.